Sciroppo di melissa

Sciroppo di melissa

In questa ricetta parliamo dello sciroppo di melissa, prima di iniziare però, soffermiamoci un attimo a parlare della melissa stessa e delle sue proprietà.

Possiamo considerare la melissa una vera e propria erba del relax, con proprietà calmanti e sedative, è dunque un ottimo antidoto contro lo stress ed il  nervosismo.

Viene frequentemente consigliata in caso di ansia ed è un buon rimedio in tutte quelle situazioni in cui, tale ansia, provoca disturbi al sistema gastrointestinale.

Questo perché la melissa ha proprietà antinfiammatorie ed antispastiche e questo la rende un ottimo rimedio naturale per quei disturbi che, solitamente, vengono curati da medicinali con le stesse proprietà.

Ecco, infine, un elenco di molti casi in cui la melissa può essere un ottimo alleato offerto dalla natura:

  • Stress e nervosismo.
  • Disturbi del sistema gastrointestinale.
  • Favorire la digestione.
  • Mal di testa.
  • Nausea.
  • Crampi addominali.
  • Dolori mestruali.

Volete approfondire l’argomento proprietà della melissa? Ecco allora alcune risorse utili:

E voi?
Conoscete altri utilizzi della melissa? Fatemeli sapere nel box dei commenti alla fine di questo articolo!

A questo punto, dopo aver analizzato i benefici e le proprietà di questa pianta, andiamo a vedere come preparare il nostro sciroppo di melissa!

Stampa ricetta
Sciroppo di melissa
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 24 ore
Porzioni
Ingredienti
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 24 ore
Porzioni
Ingredienti
Istruzioni
  1. Preparare la melissa ed i limoni insieme ad un vaso di vetro piuttosto capiente.
    Preparare la melissa ed i limoni insieme ad un vaso di vetro piuttosto capiente.
  2. Inserire le foglie di melissa.
    Inserire le foglie di melissa.
  3. Ora i limoni tagliati a fette.
    Ora i limoni tagliati a fette.
  4. Infine il litro di acqua.
    Infine il litro di acqua.
  5. Chiudere ermeticamente e mettere a riposare al buio per 1 giorno.
    Chiudere ermeticamente e mettere a riposare al buio per 1 giorno.
  6. Trascorse 24 ore filtrare il liquido.
    Trascorse 24 ore filtrare il liquido.
  7. Metterlo in una pentola.
    Metterlo in una pentola.
  8. Aggiungere lo zucchero.
  9. Aggiungere l'acido citrico per alimenti, che si trova facilmente ed a basso costo, in farmacia e nei consorzi agrari.
  10. Portare ad ebollizione mescolando continuamente e cuocere per 4-5 minuti, finchè diventa leggermente denso.
    Portare ad ebollizione mescolando continuamente e cuocere per 4-5 minuti, finchè diventa leggermente denso.
  11. Ora lo sciroppo è pronto per essere imbottigliato ancora caldo.
    Ora lo sciroppo è pronto per essere imbottigliato ancora caldo.
  12. Va conservato in un luogo riparato dalla luce e da fonti di calore e, una volta aperto, va conservato in frigorifero.
    Va conservato in un luogo riparato dalla luce e da fonti di calore e, una volta aperto, va conservato in frigorifero.
Recipe Notes

Ti ringrazio di cuore per avermi seguito fin qui 🙂

Se hai seguito la ricetta ed hai preparato il tuo sciroppo di melissa, fammi sapere come lo hai trovato nel box dei commenti alla fine della pagina!

Inoltre ti ricordo che puoi trovarmi anche sui maggiori canali Social dove, ogni giorno, mi impegno a pubblicare contenuti di valore per tutti gli appassionati dell'arte della cucina!

Se però vuoi ottenere davvero il meglio, ti consiglio di iscriverti GRATUITAMENTE alla mia newsletter in modo da avere sempre accesso all'area dei contenuti riservati agli iscritti, in cui pubblicherò costantemente materiale unico e riservato agli iscritti.

Abbinamenti consigliati

Vi consiglio di gustare, almeno una volta, lo sciroppo alla melissa insieme a queste palline al sapore di cocco e limone, in modo da prendere davvero il massimo dal vostro momento di piacere.

Altro da Luciana In Cucina

  • 21
    Shares

12 pensieri su “Sciroppo di melissa

  1. Ciao è la prima volta che mi cimento con gli sciroppi. Volevo farti delle domande: lo sciroppo si beve puro o va diluito con acqua? Si può usare anche prosecco per un aperitivo? In ultimo mi sai dire per quanto si conserva e se va fatto bollire come per le marmellate? Grazie mille ora ci provo 😊

    1. Ciao Ileana, che bello che ti dai agli sciroppi! Io ho appena rifatto quello di menta domenica scorsa, ne ho preparati 2 litri + zucchero, limone e foglie di menta (in giardino è molto invasiva) e mi sono uscite diverse bottigliette.
      Certamente va diluito in dosi a piacere: può essere utilizzato per aperitivi o bibite rinfrescanti (io lo diluisco anche nel kefir di acqua raffreddato).
      Lo sciroppo va conservato in frigorifero per un massimo di 40 giorni. Se vuoi conservarlo più a lungo ti consiglio di sterilizzarlo come si fa per i vasetti di marmellata.
      Se ti troverai bene e ne avrai l’occasione prova anche il mio sciroppo di sambuco (con cui si prepara il famoso “Hugo”) e di menta…. tanto per variare il gusto!
      Fammi sapere, eh?

      1. L’ho fatto ed è buonissimo. Con i limoni che ho “avanzato” ho anche fatto 1/2 litro di sciroppo di limone 😉😋

        1. Che bella notizia!
          Sono proprio contenta che ti sia piaciuto e ti ringrazio per avermelo detto, sei stata davvero molto molto carina.
          Un abbraccio Ileana e buon weekend 🙂

  2. Ciao,ho fatto il tuo sciroppo… è la prima volta che mi diletto con gli sciroppi. Devo dire che mi piace anche se non ha un gusto deciso. Volevo sapere se si può aumentare la dose delle foglie di melissa per avere più gusto . Grazie.

    1. Ciao Flavia,
      sono davvero molto felice di sapere che il tuo sciroppo sia stata una soddisfazione.
      A differenza dello sciroppo di menta che è molto più forte di sapore, quello di melissa così come quello di sambuco sono in effetti più delicati.
      Nulla vieta di variare le dosi a discrezione del proprio gusto.
      La melissa è una pianta dalle fantastiche proprietà e, aumentare la dose per lo sciroppo, visto anche che verrà dosato a piacere, non comprometterà sicuramente il risultato finale.
      Fammi sapere eh?
      Grazie intanto e buon lavoro 🙂

  3. Scusami se ti disturbo, ma è proprio necessario mettere l’acido citrico? I limoni che mettiamo nello sciroppo non sono sufficienti x l’acidita’ e la conservazione? Grazie

    1. Ciao Loretta,
      ottima domanda. Certo che sì:
      Puoi aggiungere 4-5 cucchiai di succo di limone per ogni 10 grammi di polvere di acido citrico.
      Io ho seguito la ricetta di un distillatore e lui utilizza l’acido citrico che è garanzia di sicurezza nel suo campo.
      Fammi sapere se la ricetta è stata di tuo gradimento. A presto 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *