Pizza rossa fatta in casa

pizza rossa fatta in casa

Per questa deliziosa pizza rossa fatta in casa ho seguito la ricetta del maestro Gabriele Bonci.

Una lunga lievitazione per ottenere un risultato davvero eccellente: un impasto ben idratato, un quantitativo di lievito praticamente inesistente (questo vuol dire ottima digeribilità), un riposo dell’impasto che quasi raggiunge le trenta ore in totale per ottenere una fragranza unica, una pizza morbida all’interno e croccante esternamente.

Io questa volta l’ho gustata semplicemente con pomodoro e origano ma, secondo il suggerimento di Bonci, è buonissima lasciata bianca (solo unta con un filo d’olio prima di infornarla) e guarnita appena esce dal forno con mortadella e puntarelle leggermente condite, oppure farcita con gli stessi ingredienti ma preparata in versione “doppia”, cioé sovrapponendo due impasti, separati da un filo d’olio prima della cottura, e farciti appena cotti: una vera bontà!

Amanti della pizza, riscaldatevi le mani e seguitemi alla scoperta della ricetta della pizza rossa!

Stampa ricetta
Pizza rossa fatta in casa
Vi ricordo che è possibile modificare in automatico le quantità degli ingredienti della ricetta semplicemente variando il numero di porzioni utilizzando le freccette accanto al numero.
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 29 ore
Porzioni
pizze
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 29 ore
Porzioni
pizze
Istruzioni
  1. Nella planetaria inserire farina, acqua e lievito, mescolare per un minuto poi lasciar riposare per tre ore il poolish.
  2. Trascorse tre ore aggiungere al poolish le due farine e, quando tutto è ben amalgamato, introdurre anche il sale e l'olio.
  3. Trasferire in un recipiente per la lievitazione e praticare delle pieghe ogni 10 minuti per tre volte, poi trasferire in frigor (coperto con pellicola) per 24 ore.
    Trasferire in un recipiente per la lievitazione e praticare delle pieghe ogni 10 minuti per tre volte, poi trasferire in frigor (coperto con pellicola) per 24 ore.
  4. Il giorno dopo lasciare a temperatura ambiente per 10 minuti.
    Il giorno dopo lasciare a temperatura ambiente per 10 minuti.
  5. Rovesciare l'impasto sulla spianatoia infarinata.
    Rovesciare l'impasto sulla spianatoia infarinata.
  6. Dividere in due parti da circa 350 grammi.
  7. Fare una piega a tre.
    Fare una piega a tre.
  8. Pirlare i due impasti poi lasciarli a riposo coperti per un'ora e mezza.
    Pirlare i due impasti poi lasciarli a riposo coperti per un'ora e mezza.
  9. Stendere usando i polpastrelli delle dita e allargando con delicatezza la pasta.
    Stendere usando i polpastrelli delle dita e allargando con delicatezza la pasta.
  10. Adagiare in teglia e condire con pomodoro, origano, sale ed olio precedentemente mescolati.
  11. Cuocere in forno statico a 250°C per circa 20 minuti.
    Cuocere in forno statico a 250°C per circa 20 minuti.
  12. Un ottimo mix tra morbido e croccante!
    Un ottimo mix tra morbido e croccante!
Recipe Notes

Già solo pensare alla pizza mette di buon umore, vero?

Voi come farcirete la vostra? Anche voi andrete sul semplice oppure seguirete il suggerimento iniziale di Bonci o ancora avete in mente un condimento tutto vostro?

Fatemelo sapere nei commenti!

Se vi piacciono le mie ricette e volete seguire il mio blog venite a trovarmi sulla mia fan page di Facebook.

Vi aspetto!

Qui invece potete trovare i miei canali YoutubeInstagram e Twitter.
Un modo semplice per tenervi sempre aggiornati  sulle nuove ricette.

Alla prossima ricetta!

Altro da Luciana In Cucina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *