Pane fatto in casa

pane-fatto-in-casa

Se siete alla ricerca di ricette per il pane fatto in casa, siete giunti nel posto giusto.
In particolare, in questa ricetta, ci occuperemo del pane fatto in casa con lievito madre.
Se siete interessati all’argomento “pane fatto in casa“, potete cliccare qui per vedere tutte le mie ricette correlate.

Detto ciò, iniziamo.

Quando si possiede il lievito madre, almeno una volta alla settimana è d’obbligo fare “il rinfresco”, ossia nutrire i saccaromiceti che lo compongono e che, se non vengono nutriti, muoiono.

Per questo ad un lievito madre di 100 gr. va aggiunta una quantità pari a 50 ml. di acqua e 100 gr. di farina Manitoba, lavorando poi tutto assieme sino ad ottenere un impasto omogeneo, di cui andremo infine a conservarne 100 gr. in frigorifero.

A questo punto i 150 gr. di lievito madre rinfrescato, potranno essere utilizzati per esprimere tutta la nostra creatività in cucina.

So che la mia spiegazione è molto semplificata ma, sostanzialmente, il metodo per il rinfresco si riassume in tutto questo.
In un prossimo futuro andremo ad approfondire questo concetto con un articolo appositamente dedicato al metodo di rinfresco del lievito madre, promesso.

Per questa ricetta, come potete vedere tra gli ingredienti, io ho scelto di utilizzare la farina Tritordeum, se volete maggiori informazioni su questo tipo di farina e su tutte le sue proprietà e qualità potete leggere le “note alla ricetta” che trovate alla fine di questa pagina e, se volete ancora maggiori informazioni, potete cliccare qui.

In ultimo, prima di proseguire con la ricetta, vi ricordo che potete ottenere molto di più da Luciana In Cucina iscrivendovi alla mia newsletter, così facendo potrete ricevere materiale e contenuti unici ed aggiuntivi non disponibili sul sito.
Vi ricordo inoltre che potete trovarmi anche sui maggiori canali Social.

Finiti i convenevoli, andiamo al sodo.

 

Stampa ricetta
Pane fatto in casa
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 40 minuti
Tempo Passivo 16 ore
Porzioni
Pagnotte
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 40 minuti
Tempo Passivo 16 ore
Porzioni
Pagnotte
Istruzioni
  1. Impastare tutti gli ingredienti per 10 minuti poi formare una palla.
    Impastare tutti gli ingredienti per 10 minuti  poi formare una palla.
  2. Metterla in una ciotola unta di olio, coprire con pellicola per alimenti e mettere in frigorifero per 12 ore.
    Metterla in una ciotola unta di olio, coprire con  pellicola per alimenti e mettere in frigorifero per 12 ore.
  3. Trascorso il tempo di riposo, estrarre dal frigorifero e lasciare a temperatura ambiente per circa 3 ore.
    Trascorso il tempo di riposo, estrarre dal frigorifero e lasciare a temperatura ambiente per circa 3 ore.
  4. Dopodiché formare delle pieghe e pirlare (termine tecnico) formando una palla.
    Dopodiché  formare delle pieghe e pirlare (termine tecnico) formando una palla.
  5. Le pieghe vanno fatte almeno 2 volte ogni 30 minuti.
    Le pieghe vanno fatte almeno 2 volte ogni 30 minuti.
  6. Lasciando poi riposare l'impasto.
    Lasciando poi riposare l'impasto.
  7. Sempre coprendo.
    Sempre coprendo.
  8. Dividere l impasto in due.
    Dividere l impasto in due.
  9. Formare due pagnottine.
    Formare due pagnottine.
  10. Riscaldare il forno.
    Riscaldare il forno.
  11. Infornare a 250°C e cuocere per 40 minuti o più (dipende dalla grandezza delle pagnottine).
    Infornare a 250°C  e cuocere per 40 minuti o più (dipende dalla grandezza delle pagnottine).
  12. Estrarre dal forno e mettere su una gratella a raffreddare.
    Estrarre dal forno e mettere su una gratella a raffreddare.
  13. Eccole pronte!
    Eccole pronte!
Recipe Notes

Il Tritordeum è un nuovo cereale naturale, ottenuto dalla combinazione di frumento duro (Triticum durum) e un orzo selvatico (Hordeum chilense).
Ha un basso contenuto di glutine, è ricco di fibra dietetica, di luteina ed altri antiossidanti.
Il Tritordeum ha un contenuto in glutine significativamente inferiore a quello del frumento e del farro.
Adatto per quelli che soffrono di "intolleranza al glutine non celiaca" e che possono trovare in cereali come il Tritordeum, una digeribilità superiore.
È particolarmente indicato per la preparazione di pizze ad alta digeribilità, il Tritordeum si coltiva applicando le normali tecniche utilizzate per il frumento, richiede un ridotto quantitativo di nutrienti, possiede una maggiore resistenza alla siccità ed alle avversità di campo.
La farina che si ottiene presenta un buon sapore ed un favoloso aroma, oltre che ad un colore giallo dorato.
Il Tritordeum ha un glutine altamente digeribile e livelli molto più bassi di proteine indigeribili rispetto al frumento tenero.
Il Tritordeum possiede alti livelli di luteina, un antiossidante associato alla salute degli occhi e più fibre alimentari che favoriscono la salute cardiovascolare, un alto contenuto di fruttani che aiutano a mantenere la flora batterica dell'intestino in buone condizioni ed è ricco di composti fenolici benefici (proteine e minerali essenziali come il rame e zinco).

In ogni caso è importante notare che non è adatto per i celiaci.

Abbinamenti consigliati:
Quando il pane è buono, è fantastico anche mangiarlo da solo ma, quando lo accostiamo a qualcosa di altrettanto buono, allora il risultato è qualcosa di unico.
Un primo facile ma efficace accostamento di questo pane può essere ottenuto con questo paté toscano.
Se siamo invece alla ricerca di una marmellata con cui accostarlo, allora abbiamo due possibilità: una marmellata dolce, oppure, una marmellata piccante.

Se questa ricetta vi è piaciuta, potete farmelo sapere utilizzando l'apposito box dei commenti e, se vorrete condividerla sui vostri Social Network preferiti utilizzando i pulsanti qui sotto, ve ne sarò immensamente riconoscente.

Sinceramente, Luciana

Altro da Luciana In Cucina

  • 30
    Shares

2 pensieri su “Pane fatto in casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *