Cannoli di pasta fillo con taleggio e zafferano

Cannoli di pasta fillo con taleggio e zafferano

I cannoli di pasta fillo con taleggio e zafferano raccontano una storia anzi, due storie:

  • quella dello zafferano, magica spezia utilizzata un tempo per decorare le vetrate del Duomo di Milano, divenuta protagonista di un piatto di risotto
  • e quella del taleggio, un formaggio tipico bergamasco con denominazione di origine protetta, dal caratteristico sapore regalato dalla stagionatura in ambienti ventilati e periodicamente “coccolato” per ottenere un risultato eccellente.

Questi due ingredienti così speciali, miscelati e utilizzati come ripieno di croccantissimi cannoli di pasta fillo hanno dato vita a una golosa ricetta.

Una ricetta che ho preparato in occasione dei 55 anni di Stuffer, un compleanno importante che ha coinvolto tutte le Stuffer’s bloggers. Infatti, ognuna ha regalato una videoricetta preparata con un prodotto Stuffer e il risultato è stato davvero entusiasmante.

A tutto ciò ne è seguito un ebook contenente diverse ricette prodotte negli ultimi anni sempre dalle Stuffer’s bloggers.

Questo evento mi ha permesso di avere una piccola scusa per creare questa golosità. Non sta bene non festeggiare i compleanni, vero? 😉

Qui di seguito vi mostro il video della ricetta dei cannoli di pasta fillo con taleggio e zafferano e più sotto trovate tutti i passaggi scritti.


Stampa ricetta
Cannoli di pasta fillo con taleggio e zafferano
Croccanti cannoli con un ripieno cremoso al sapore di taleggio e zafferano: una vera delizia!
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 35 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 20 minuti
Porzioni
cannoli
Ingredienti
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 35 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 20 minuti
Porzioni
cannoli
Ingredienti
Istruzioni
  1. Tagliare il taleggio in cubetti regolari.
  2. Sciogliere la fecola in un po' di latte freddo. A parte, in un pentolino inserire i cubetti di taleggio e coprirli con il resto del latte.
  3. Una volta sciolto il formaggio aggiungere lo zafferano e la fecola di patate sciolta nel latte. Amalgamare tutto e mettere a raffreddare.
    Una volta sciolto il formaggio aggiungere lo zafferano e la fecola di patate sciolta nel latte. Amalgamare tutto e mettere a raffreddare.
  4. Nel frattempo stendere sul piano di lavoro un foglio di pasta fillo, pennellarlo con l'olio poi sovrapporre un nuovo foglio e ungere anch'esso.
    Nel frattempo stendere sul piano di lavoro un foglio di pasta fillo, pennellarlo con l'olio poi sovrapporre un nuovo foglio e ungere anch'esso.
  5. Con il tagliapasta dividere in sei pezzi i fogli di fillo.
  6. Poi avvolgere ognuno su uno stampo per cannoli e disporli in una teglia rivestita di carta forno.
  7. Cuocere a 180°C in forno ventilato per dieci minuti, fino a doratura.
    Cuocere a 180°C in forno ventilato per dieci minuti, fino a doratura.
  8. Ora unire alla fonduta di taleggio la panna precedentemente montata lavorando dal basso verso l'alto e trasferire il risultato in un sac a poche.
  9. Farcire così i cannoli di pasta fillo.
    Farcire così i cannoli di pasta fillo.
  10. Decorare con qualche foglia di maggiorana fresca e gustare.
    Decorare con qualche foglia di maggiorana fresca e gustare.
Recipe Notes

Siete riusciti a resistere all'assaggio anticipato della crema? Io no!

Per fortuna una volta cotti i cannoli, sono praticamente pronti in un lampo.

Vorrei lasciarvi qui di seguito l'idea per un menù dove partire proprio con i nostri cannoli di pasta fillo con taleggio e zafferano.

Una volta finito questo antipasto vi suggerirei questo risotto funghi e zafferano.

A seguire vi consiglio le costine cotte a bassa temperatura e per concludere un dolce particolare che richiama tutto il menù: questo dolce al cucchiaio con zafferano.

Se vi piacciono le mie ricette e volete seguire il mio blog venite a trovarmi sulla mia fan page di Facebook.
Basta cliccare mi piace!

Conoscete già i miei account YoutubeInstagram e Twitter?
Un modo semplice per tenervi sempre aggiornati sulle nuove ricette.

Grazie e alla prossima ricetta!

Altro da Luciana In Cucina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *