Una Notte Verde a Leroy Merlin…

Ieri è stata una serata pazzesca:
io, regina dei BBQ, per festeggiare il 22esimo compleanno di Leroy Merlin, l’azienda dedicata al bricolage e fai-da-te, edilizia, giardinaggio e decorazione della casa!

L’evento si è svolto in simultanea in tutti i 48 punti vendita d’Italia, con la collaborazione di BBQ4All, IFood, insieme a tutta la community di Leroy Merlin.

E’ stato divertente immaginare che, in tutta Italia ieri sera, siano state proposte due ricette identiche per tutti.

Ricette curiose seppur semplicissime da replicare a casa per condividere la passione per la cucina alla griglia con gli amici in questa splendida estate che è solo all’inizio. 🙂

Eccole qui…

Crostino con peperone grigliato, con Feta greca e vinaigrette

Ingredienti:

1 Baguette

1 Peperone giallo

1 Peperone rosso

1 cucchiaino Senape

Olio extravergine d’oliva

Sale rosa dell’Himalaya

Pepe nero

Aceto di vino rosso

50 gr. Feta greca

Procedimento:

Cuocere i peperoni nella parte più calda del barbecue se si utilizza il gas, e direttamente sulle braci (metodo “ember roasting”) in caso di bbq a carbone, girando spesso fino a raggiungere un aspetto bruciacchiato. Quindi, trucchetto: inserirli in un sacchetto (oppure in un foglio di carta stagnola) e sigillarlo lasciandolo per almeno 10 minuti in modo da favorire il distacco della pelle.

Sbucciare i peperoni, pulirli dei semini, tagliarli a filetti e condirli con una vinaigrette ottenuta emulsionando olio, aceto, sale, pepe e un cucchiaino di senape.

Affettare la Baguette e posizionare le fette in una teglia di alluminio (tipo usa e getta). Condirle con un filo d’olio, una macinata di pepe ed un pizzico di sale, quindi trasferirle sulla griglia del barbeque nella parte meno calda per chi utilizza il bbq a gas e nella parte senza braci accese per chi usa invece il bbq a carbone (cottura indiretta).

Quando il pane sarà abbrustolito, guarnirlo con i filetti di peperone in vinaigrette, qualche scaglia di formaggio Feta e servire subito.


Il grill a carbone è composto da un braciere con delle bocchette utili a regolare l’aria in ingresso.

Sopra al braciere viene posizionata una griglia dove andranno posate le braci accese e sopra ancora la griglia di cottura vera e propria, per finire con il coperchio dotato di sistema di controllo dell’aria che diventa praticamente un vero forno.

Il grill a gas non è altro che la naturale evoluzione di quello a carbone: raggiunge più rapidamente la temperatura desiderata che può essere gestita come un semplice fornello di casa, i fumi sono decisamente ridotti o quasi inesistenti, non ci si sporca con il carbone e con una bombola è possibile cuocere per diverse ore ininterrottamente.

Invece del braciere abbiamo i bruciatori che erogano la fiamma, quindi delle barre a forma di “V” rovesciata che sostituiscono i carboni vaporizzando i liquidi di cottura che, risalendo, profumano il cibo. Notevole anche la semplicità di pulizia dopo l’utilizzo, visto che diversi componenti possono essere lavati in lavastoviglie.

Per non parlare dei numerosi accessori ed optional offerti per vari esperimenti e cotture particolari (piastre refrattarie per pane e pizze, girarrosto, supporto per pollo in verticale, vassoio per le verdure, ecc…)

Ma ora vediamo la seconda ricetta!

Petto di pollo croccante in marinata

Ingredienti per la marinatura:

2 Filetti di petto di pollo

4 Arance spremute

Scorza d’arancia grattugiata

1 cucchiaio Miele Millefiori

50 ml. Olio evo

2 rametti Timo fresco

1 cucchiaino Sale rosa dell’Himalaya

qb Pepe nero macinato

1 cucchiaio Senape

Ingredienti per la panatura:

1 confezione di Pancarrè frullata grossolanamente ed essiccata

5 cucchiai Erbe di Provenza (mix di timo,salvia,rosmarino,alloro,cipollina,lavanda,melissa,menta)

Procedimento:

Mettere a marinare i petti di pollo per almeno 2 ore, anche 8-10 ore se possibile, poichè questo tipo di carne assorbirà meglio i sapori e ce li restituirà poi in cottura.

A questo punto, sgocciolare i petti di pollo, mi raccomando senza asciugarli dalla marinatura, ed impannarli in due passaggi (doppia impannatura).

Quindi trasferirli sulla griglia del barbecue nella parte meno calda (cottura indiretta), avendo l’accortezza di inserire in uno dei filetti l’ago del termometro in orizzontale per poter misurare la temperatura “al cuore” della carne. Chiudere il coperchio del bbq ed attendere che il pollo raggiunga la temperatura di 72°C (ci vorranno circa 30 minuti, dipende dalla quantità di pezzi di carne e dalla temperatura della camera di cottura).

Una volta raggiunti i 72°C, trasferire per pochi minuti i petti di pollo impannati nella parte più calda (cottura diretta) per creare l’effetto “crisp”, quindi scaloppare il pollo e gustarlo con un’insalatina fresca appena condita con un filo d’olio, un pizzico di sale e qualche goccia di aceto balsamico.

Per concludere…

Vorrei ringraziare tutti quanti: da chi ha partecipato ed interagito con me per ben due ore, dal mio super assistente/valletto 🙂 che si è prodigato per aiutarmi a 360°, a tutto lo staff di Leroy Merlin di Curno, senza dimenticare BBQ4All e IFood.

GRAZIE a tutti davvero, un “caldo” (è il caso di dirlo) abbraccio e arrivederci a presto 🙂

Altro da Luciana In Cucina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *