Ragù veloce

ragu veloce

Quando ti viene quella voglia improvvisa di lasagne o di pasta al ragù, ma non hai il tempo per fare il ragù… ecco la ricetta del ragù veloce!

Per preparare questo ragù di carne veloce sfrutteremo la reazione di Maillard, ovvero l’effetto croccante che risulta dall’interazione di zuccheri e proteine durante la cottura.

Destrutturando le proteine della carne sfruttando le alte temperature e l’assenza dei liquidi delle verdure, la carne verrà cotta internamente e risulterà croccante all’esterno grazie alla caramellizzazione degli zuccheri.

Un risultato straordinario!

Adesso che sappiamo la teoria, è arrivato il momento di vedere come fare il ragù di carne velocissimo.

E qualche altro trucchetto in fondo alla ricetta 🙂

Stampa ricetta
Ragù veloce
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
persone
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
persone
Istruzioni
  1. Rosolare la carne a secco in una padella antiaderente già calda.
    Rosolare la carne a secco in una padella antiaderente già calda.
  2. Poi aggiungere un cucchiao di bicarbonato e continuare la cottura per qualche minuto. Quindi togliere la carne dalla pentola e tenere da parte.
  3. Nella stessa padella soffriggere sedano, carota e cipolla tagliati a cubetti.
  4. Quindi aggiungere la passata di pomodoro.
  5. Dopo una decina di minuti aggiungere la carne macinata che immediatamente si reidraterà.
    Dopo una decina di minuti aggiungere la carne macinata che immediatamente si reidraterà.
  6. Regolare di sale e aggiungere una macinata di pepe.
  7. Ecco pronto il nostro ragù espresso.
    Ecco pronto il nostro ragù espresso.
Recipe Notes

La reazione di Maillard inizia a 140°C e termina a 180°C grazie agli aminoacidi delle proteine degli zuccheri contenuti negli alimenti.

Il trucco per accelerare questa reazione è quello di aggiungere una proteina oppure uno zucchero (tipo pennellare con del latte la superficie del pane prima di infornarlo per ottenere una bella crosticina dorata), oppure aumentando il pH dell'ingrediente in questione, per esempio aggiungendo del bicarbonato di sodio.

Attenzione però, poiché le carni bianche sono povere di zuccheri propri, sarà necessaria l'aggiunta di miele, oppure una marinatura a base di agrumi per ottenere un risultato simile alla reazione di Maillard.

E adesso che avete una voglia matta di ragù, date un'occhiata a queste lasagne al ragù di coda.

Altro da Luciana In Cucina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *