Pinsa romana fatta in casa

pinsa romana fatta in casa pinsaforyou

Eccomi pronta a raccontarvi la pinsa romana fatta in casa, secondo la ricetta di Pinsaforyou.

Ma prima di tutto qual è la differenza tra pinsa e pizza?

Possiamo dire che la pinsa è in un certo senso l’antenata della pizza, poiché ha origini molto antiche.

Una delle principali differenze, che salta subito all’occhio è la forma: non rotonda come la pizza, ma più rettangolare. Inoltre, solitamente ha dimensioni più piccole. La ricetta originale della pinsa prevede una minor percentuale di lievito e un differente apporto di acqua rispetto alla ricetta della pizza: questo la rende più digeribile e meno calorica.

Ma ora veniamo a questa pinsa romana fatta in casa.

La prima cosa che mi ha piacevolmente colpita è stato il profumo di grano e di lievito durante la lavorazione dell’impasto: un profumo gradevolissimo, sinonimo di qualità della materia prima.

La lavorazione con la mia impastatrice è stata facile e la maglia glutinica si è comportata davvero molto bene. Ho poi lavorato a mano i passaggi successivi seguendo le “dritte” imparate nei miei corsi: lavorare con mani inumidite con acqua per non rovinare l’idratazione.

Dopo il riposo, ancora qualche passaggio e poi, finalmente, la cottura: una vera magia osservare la pinsa in cottura, tant’é che è stata filmata in diretta per potervi rendere partecipi dell’evento:

Insomma… posso dire che sono davvero entusiasta del risultato?  Dai, seguite i miei passaggi e preparatela anche voi!

Stampa ricetta
Pinsa romana fatta in casa
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 2 ore
Tempo di cottura 5-6 minuti
Tempo Passivo 30 ore
Porzioni
pinse
Ingredienti
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 2 ore
Tempo di cottura 5-6 minuti
Tempo Passivo 30 ore
Porzioni
pinse
Ingredienti
Istruzioni
  1. Per prima cosa mescolare la farina ed il lievito.
  2. Versarli nell'impastatrice aggiungendo in più riprese 400 gr. di acqua fredda fino a completo assorbimento.
  3. Lasciar riposare l'impasto per 5 minuti poi aggiungere il sale.
  4. Quindi aggiungere anche l'olio e riprendere la lavorazione.
  5. Infine, sempre poco alla volta, versare l'ultima parte dell'acqua impastando per diversi minuti per attivare il glutine.
    Infine, sempre poco alla volta, versare l'ultima parte dell'acqua impastando per diversi minuti per attivare il glutine.
  6. Lasciar riposare per 15 minuti poi trasferire in una boule, reimpastarlo brevemente con le mani, coprire con pellicola per alimenti ed attendere 2 ore a temperatura ambiente.
  7. L'impasto dopo 2 ore si presenterà bello gonfio, quindi trasferirlo in frigorifero per 24 ore.
  8. Trascorse 24 ore formare delle pagnottine di circa 250/280 gr. ciascuna e lasciarle lievitare a temperatura ambiente.
    Trascorse 24 ore formare delle pagnottine di circa 250/280 gr. ciascuna e lasciarle lievitare a temperatura ambiente.
  9. Una volta raddoppiati gli impasti, stenderli sullo spolvero di riso facendo pressione con i polpastrelli e allargando l'impasto a misura della pala.
    Una volta raddoppiati gli impasti, stenderli sullo spolvero di riso facendo pressione con i polpastrelli e allargando l'impasto a misura della pala.
  10. Cuocere alla temperatura di 300°C a terra e 320°C a cielo su pietra refrattaria finché le bolle formatesi non saranno leggermente dorate, poi metterle a raffreddare su una gratella.
    Cuocere alla temperatura di 300°C a terra e 320°C a cielo su pietra refrattaria finché le bolle formatesi non saranno leggermente dorate, poi metterle a raffreddare su una gratella.
  11. Farcire a piacere ogni pinsa e rimettere in cottura per pochi minuti per ottenere una perfetta fragranza ed un'esplosione di sapori.
    Farcire a piacere ogni pinsa e rimettere in cottura per pochi minuti per ottenere una perfetta fragranza ed un'esplosione di sapori.
Recipe Notes

Una volta fatta la precottura è possibile surgelare le basi ed averle pronte per l'occasione: basterà lasciarle qualche minuto a temperatura ambiente, farcirle, cuocerle per pochi minuti e servirle 🙂

Se vi piacciono le mie ricette e volete seguire il mio blog venite a trovarmi sulla mia fan page di Facebook.

Vi aspetto!

Qui invece potete trovare i miei account YoutubeInstagram e TwitterUn modo semplice per tenervi sempre aggiornati  sulle nuove ricette.

Alla prossima ricetta 🙂

Altro da Luciana In Cucina

In principio era l'anguria salata. Viaggio al centro del gusto by (Copertina flessibile)

Price: 12,35 €

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *