Pagnotta integrale con germe di grano

FavoriteLoadingAggiungi ricetta ai favoriti
13 0

Nella ricetta della PAGNOTTA INTEGRALE CON GERME DI GRANO mi sono fatta aiutare dal mio elettrodomestico preferito che, non solo è un abbattitore di temperatura ma aiuta anche a lievitare perfettamente gli impasti mantenendo una temperatura costante nella sua cella e riducendo i tempi di lievitazione.

Il germe di grano è un vero e proprio concentrato di sostanze nutritive come aminoacidi, acidi grassi, sali minerali, vitamine del gruppo B e tocoferoli (vit. E).

Il germe di grano può essere estratto abbastanza facilmente, separandolo dalla farina con un setaccio dopo la macinazione della cariosside. Se estratto in questo modo si presenta sotto forma di piccoli fiocchi biancastri, che possono essere consumati al naturale o insieme ad altri alimenti.

Consumato regolarmente, sostituendo una parte dei cibi raffinati con cereali integrali o ricorrendo ad integratori specifici, il germe di grano permette di colmare le numerose carenze della dieta occidentale, ipercalorica da un lato ma povera dei princìpi nutritivi essenziali per il nostro benessere dall’altro.

Se vi appassionerete all’arte di fare il pane in casa, vi consiglio di provare anche questo.

 

Stampa ricetta
Pagnotta integrale con germe di grano
Per questo pane ci voglio 2 giorni di attesa, ma ne vale davvero la pena: è buono ed è sano grazie alle farine integrali, il Tritordeum ed il germe di grano. Ecco come fare la PAGNOTTA DI GERME DI GRANO CON FARINA INTEGRALE:
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 2 giorni
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 2 giorni
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
Istruzioni
  1. Per la PAGNOTTA CON FARINA INTEGRALE E GERME DI GRANO si procede così: Questo impasto viene fatto la sera prima. Nell'impastatrice inserire tutti gli ingredienti, lasciando per ultimi l'olio ed il sale e controllando la quantità d'acqua in base all'assorbimento delle farine.
  2. Coprire e lasciar lievitare tutta la notte nell'impastatrice a temperatura ambiente.
  3. Il giorno dopo rovesciare l'impasto sulla spianatoia e fare delle pieghe, prima da un lato...
  4. ...poi dall'altro lato...
  5. ...girare e ripetere le pieghe dell'impasto...
  6. ...fino a formare una palla che metteremo in una ciotola e...
  7. ...lasceremo a lievitare in abbattitore per circa 2 ore a 28°C, oppure nel forno con la luce accesa fino al raddoppio del volume dell'impasto Poichè l'abbattitore mantiene la temperatura costante evitando gli sbalzi termici, non dobbiamo preoccuparci di nulla fino al suono che ci avvisa che il nostro impasto è pronto.
  8. Eccolo qui, pronto per essere rilavorato.
  9. Ora dividiamo l'impasto i due parti, dandogli ancora delle pieghe.
  10. Formiamo una pagnotta unica o due più piccole. Cospargiamole con la farina.
  11. Con una lama creiamo un disegno sulla superficie delle pagnotte.
  12. Inforniamo alla temperatura massima per 10 minuti. Poi abbassiamo a 200°C e continuiamo a cuocere per altri 20 minuti o finchè vediamo una bella colorazione del nostro pane, dipende dal forno.
  13. Dopo il raffreddamento, a parte la degustazione, possiamo tagliarlo a fette....
  14. ...e surgelarlo con l'abbattitore. Questo ci permetterà, quando ci serve del pane, di rigenerarlo ottenendo la fragranza del pane appena sfornato.
Recipe Notes

Provate a farlo, credetemi: è più il tempo di riposo che quello di lavorazione e in un battibaleno avrete qualcosa di buono, ma veramente buono, da offrire ai vostri ospiti e familiari.

Fatemi partecipe dei vostri successi, scrivetemi nei commenti la vostra esperienza con più farine.

Se vi interessa conoscere FRESCO potete contattarmi  e risponderò a tutte le vostre domande.

A presto!

Luciana

13 0

Commenta, fai domande o proponi suggerimenti!