Carbonara di mare secondo Cannavacciuolo

6 0

Carbonara di mare secondo Cannavacciuolo

Prendendo spunto da una ricetta dello chef Antonino Cannavacciuolo oggi vi parlerò di una ricetta che mi è particolarmente piaciuta: parliamo della ‘Carbonara di mare secondo Cannavacciuolo‘.

Poiché il mercato del pesce dalle mie parti è  decisamente meno fornito rispetto al suo, lo chef Cannavacciuolo utilizza gli scampi mentre nel mio caso ho utilizzato dei bellissimi gamberi, vi prometto che il risultato sarà ottimo comunque!

Tutti i sapori che compongono questa ricetta creano un fantastico connubio che rendono questo un piatto unico assolutamente straordinario.

Prima di iniziare vi ricordo che potete stampare questa ricetta cliccando sulla piccola icona della stampante viola che trovate qui sotto accanto al titolo e che, se volete restare connessi con me, potete farlo da qui.

E se volete, ecco qui altre ricette di Cannavacciuolo.

Ora però, veniamo alla nostra ricetta 🙂

NUOVO EBOOK GRATUITO!

È finalmente uscito il primo ebook GRATUITO di Luciana In Cucina.

SCARICALO GRATIS ORA: CLICCA QUI!

Stampa ricetta
Carbonara di mare secondo Cannavacciuolo
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 20 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 20 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
Istruzioni
  1. Pulire le cozze e le vongole, raccoglierle in una padella con coperchio e lasciarle aprire a fuoco vivo per 3 o 4 minuti.
    Pulire le cozze e le vongole, raccoglierle in una padella con coperchio e lasciarle aprire a fuoco vivo per 3 o 4 minuti.
  2. Scolarle e filtrare il fondo di cottura, versandolo in una terrina. Metterne da parte qualcuna per la decorazione e sgusciare tutte le altre.
    Scolarle e filtrare il fondo di cottura, versandolo in una terrina. Metterne da parte qualcuna per la decorazione e sgusciare tutte le altre.
  3. Lavare anche i calamari.
    Lavare anche i calamari.
  4. Pulire i gamberi lasciando intere la testa e la coda.
    Pulire i gamberi lasciando intere la testa e la coda.
  5. Rosolare in una padella larga, 4 cucchiai di olio con il sedano affettato, l' aglio schiacciato, il peperoncino e la cipolla tritata.
    Rosolare in una padella larga, 4 cucchiai di olio con il sedano affettato, l' aglio schiacciato, il peperoncino e la cipolla tritata.
  6. Prima che si scurisca, eliminare l' aglio e aggiungere i gamberi, i calamari e, quando questi saranno ben coloriti, le cozze con il loro fondo di cottura che avrete conservato.
    Prima che si scurisca, eliminare l' aglio e aggiungere i gamberi, i calamari e, quando questi saranno ben coloriti, le cozze con il loro fondo di cottura che avrete conservato.
  7. Lessare la pasta in abbondante acqua bollente salata.
    Lessare la pasta in abbondante acqua bollente salata.
  8. Nel frattempo rompere i tuorli d' uovo in una terrina.
    Nel frattempo rompere i tuorli d' uovo in una terrina.
  9. Sbatterli brevemente, aggiungere un cucchiaio di prezzemolo tritato e un pizzico di sale e pepe.
    Sbatterli brevemente, aggiungere un cucchiaio di prezzemolo tritato e un pizzico di sale e pepe.
  10. Scolare la pasta al dente, trasferirla nella padella con i gamberi i calamari e le cozze.
    Scolare la pasta al dente, trasferirla nella padella con i gamberi i calamari e le cozze.
  11. A fuoco basso, versarvi sopra i tuorli mescolando velocemente finché si rapprendono.
    A fuoco basso, versarvi sopra i tuorli mescolando velocemente finché si rapprendono.
  12. Ora passiamo all'impiattamento:
    Ora passiamo all'impiattamento:
  13. Con l' aiuto di un coppapasta impiattare i bucatini a nido al centro del piatto e servire subito guarnendo con qualche cozza, alcune vongole e foglie di prezzemolo.
Recipe Notes

Se vi piacciono le mie ricette e volete seguire il mio blog vieite a trovarmi sulla mia  fan page di Facebook.
Basta cliccare “mi piace”, commentare o condividere e ogni giorno potete essere aggiornati sulle ultime ricette pubblicate e chiedermi qualunque chiarimento!
Non usate facebook? Che ne pensate allora di seguirmi su GooglePlus, Instagram o Twitter? 

Vi aspetto!

Abbinamenti consigliati:
Se siete nella giusta stagione, potere concludere il pasto con freschezza con questo gelato al pistacchio.
In ogni caso, perché non concludere il pasto con il tocco di classe che solo una buona bevanda sa dare?

Ogni vostro parere è ben accetto!